Ok, hai iniziato a fare kite, dalla prima volta che hai messo su l’ala passi il tempo a guardare le foglie degli alberi che si muovono o… SE si muovono. E’ naturale che tu abbia una curiosità accesa che ti spinge a capire se “oggi” è una buona giornata per il kite. Quando sarai più esperto non ti servirà più ma agli inizi un anemometro ti può essere di grande aiuto.

Su Ebay ne avrai visti a decine, con prezzi che oscillano tra pochi euro a centinaia. Se non vuoi perdere tempo a cercare ti do una buona dritta: ne esiste solo una per la quale vale la pena spendere, si tratta del Windmaster II.

Perché è un ottimo strumento? Perché ha le paline ingabbiate da una struttura che le protegge e soprattutto questo sistema ti permette di misurare il vento senza per forza metterti nella giusta direzione in cui soffia. Questa “gabbia” permette alle paline di ricevere il flusso da qualunque parte esso arrivo. Inoltre non ha mille funzioni, ne ha solo 3 ma sono quelle 3 che ti servono, ovvero, la velocità istantanea, la media e la velocità massima. Fine. Ultimo motivo per il quale lo potresti scegliere è che costa circa 65-70 euro e li vale davvero tutti. Ah… dimenticavo… un altro motivo per sceglierlo è che… Funziona! :)

Misura la velocità in Km/h, Mi/h e Knots o nodi.

Come funziona? E’ molto semplice. Lo accendi, lo prendi in mano per la parte inferiore e lo sollevi tenendolo il più possibile staccato dal tuo corpo e prestando attenzione di non trovarti tra l’anemometro e la direzione del vento. La misurazione è più accurata se viene effettuata in campo aperto, quindi se la fai dal balcone di casa e abiti in una via larga 3 metri o dal finestrino della macchina… diciamo che non vale.

Materiali formativi a cura di Mollusk – prima redazione luglio 2011