Durante la pratica del kitesurf è indispensabile l’utilizzo del trapezio. Il trapezio è una “cintura” che permette di scaricare la fora di trazione dell’ala sul tuo corpo per fare in modo che questa forza non venga esercitata sulle tue braccia.

E’ costituio per lo più da materiali come il neoprene ed ha una chiusura in velcro gestita da una banda elastica per permetterne la migliore vestibilità e per per impedirgli di salire verso il tuo petto. Sulla parte frontale si trova un gancio in acciaio collegato ad una barra nascosta spesso da un’imbottitura. E’ qui che va assicurati il chicken loop.

Esistono due tipologie di trapezio, una a fascia e una a seggiolino. Il trapezio a fascia si indossa come una fascia di quelle per motociclisti e altro non è che un anello che cinge il tuo corpo. Il trapezio a seggiolino invece si indossa come un paio di shorty e alcuni modelli hanno rivestimenti in lycra per essere infilato proprio come un pantaloncino. Il trapezio a seggiolino scarica la trazione dell’ala all’atezza del tuo addome e essendo impossibilitato a salire risulta essere più gestibile dai principianti.

Ogni trapezio ha in dotazione un piccolo coltellino, solitamente nascosto in una taschina. Questo si rivela necessario nelle condizioni in cui sia necessario, in caso di estrema emergenza, tagliare le linee del tuo kite o del kite di qualcuno in difficoltà.

Essendo il trapezio un componente dell’attrezzatura che devi “indossare” assicurati che sia comodo e comfortevole. E’ di solito la prima parte di attrezzatura che chi inizia a praticare il kite acquista. Per le prime lezioni te ne forniremo uno noi.

Materiali formativi a cura di Mollusk – prima redazione luglio 2011