Il kite viene comandato in ogni suo movimento dalla barra. La barra è costituita da diverse parti, come puoi vedere dall’immagine qua sopra.

La parte principale è il boma che costituisce la barra vera e propria dove vengono appoggiate le ma mani del kiter per imprimere i comandi all’ala.

La struttura può essere di fibra di vetro o di carbonio ed è rivestita di materiale antiscivolo per assicurare la presa.

Alle due estremità del boma vengono assicurate le backlines che sono i cavi che vengono collegati alle estremità destra e sinistra dell’ala. Tirando dal lato destro ad esempio, si va a esercitare una pressione sulla backline destra che riduce portanza al lato destro dell’ala e ne comanda la rotazione. Più deciso è il movimento più stretto sarà il raggio di curva dell’ala.

Al centro del boma vi è un foro che permette il passaggio del depower. Il comando del depower viene agganciato al trapezio e alle frontlines. Diventa quindi parte del collegamento sulle linee di trazione, cioè sul quale il kite esercita trazione. Il depower è un comando che permette di dare potenza all’ala o di depotenziarla. Questo avviene perchè il depower agisce sul bordo di uscita dell’ala e quando lo si allenta, portando le braccia verso l’ala, si fa in modo che le linee posteriori (backlines) si allentino diminuendo l’incidenza dell’aquilone. Immagina di mettere un foglio di carta di traverso rispetto al vento: la forza del flusso te lo strapperebbe dalle mani con una certa forza, forza che andrebbe diminuendo man mano che riduci l’angolo di esposizione del foglio, fino quasi ad annullarsi se in posizione parallella al flusso.

Sul depower si trova uno dei dispositivi di sicurezza della barra, si tratta di una sorta di spoletta che in caso di pericolo, permette di eliminare ogni vincolo tra l’ala e la barra che si trova agganciata al tuo corpo attraverso il trapezio. Se ti trovi in una situazione di pericolo e lascare il depower non è sufficiente puoi tirare questa “spoletta” e sganciarti eliminando il vincolo con le frontlines. Il kite a questo punto collasserà e rimarrà attaccato a te solo attraverso il leash di sicurezza.

Il leash di sicurezza è un dispositivo che ti permette di non perdere l’ala nel caso in cui venga attivato il dispositivo di sicurezza posto sul depower. L’ala viene sganciata ma rimane sempre legata a te per non perderla. Nel caso in cui, una volta effettuata questa manovra, ci sia ancora una situazione di pericolo, anche il leash ha un sistema di sgancio di sicurezza che ti permette di eliminare definitivamente ogni vincolo con l’ala. A questo punto però non avrai più nessun legame al kite che sarà libero di volarsene via.

Le frontlines diventano quindi il comando del depower che viene connesso a te tramite il chicken loop. Il chicken loop è un anello in materiale plastico che può essere rigido o flessibile. E’ il vero e proprio anello di congiunzione tra te e l’ala. Il chicken loop si attacca al gancio del trapezio per fare in modo da scaricare la forza della trazione dell’ala sul tuo corpo e non sulle tue braccia.

Ogni ala ha di solito la sua barra perchè la lunghezza dei cavi è diversa e deve essere calibrata in base al kite alla quale viene abbinata.

I cavi del kite o linee possono avere lunghezze che vanno da 20 a 28 metri e sono realizzati in materiale sintetico come il dynema ed il kevlar. Hanno carichi di rottura altissimi.

Materiali formativi a cura di Mollusk – prima redazione luglio 2011